• Home
  • News
  • La cucina del territorio verso la digitalizzazione

La cucina del territorio verso la digitalizzazione

Isiamed Digitale: l'intervista sul modello digitale italiano. Parla Ovidio Mugnai, Presidente dell’Unione Ristoranti del Buon Ricordo.Ovidio Mugnai, Presidente dell'Unione Ristoranti del Buon Ricordo

Domanda: L’Unione Ristoranti del Buon Ricordo come valuta la prospettiva di un progetto di digitalizzazione della “cucina tipica italiana”?
Il Buon Ricordo è nato e da 52 anni opera per la difesa e la valorizzazione delle tante, preziose e autentiche cucine che la geografia, il clima, la storia hanno depositato su questo nostro Paese. Sono valori che dobbiamo esaltare e diffondere per cui il grande potenziale di gestione e comunicazione del mondo digitale deve essere perseguito e utilizzato.

D: Cosa rappresentano, per il comparto Agroalimentare italiano, la storia, la cultura e la tradizione dell’Unione Ristoranti del Buon Ricordo?
La storia del Buon Ricordo corre parallela al lento e faticoso percorso di affermazione dei prodotti autentici e della cultura enogastronomica dell’Italia, un tempo poco nota, lungamente relegata in secondo piano e, oggi, finalmente, tanto richiesta, da essere imitata o addirittura falsificata in tutto il mondo. Una piccola parte, in questo percorso, l’abbiamo avuta anche noi. Sono più cauto a parlare di tradizione. Me la cavo evocando una massima di un noto studioso di storia dell’alimentazione che ha dichiarato che “la tradizione è una novità che ha avuto successo”. Della tradizione bisogna tener viva la cultura di base e le ragioni che l’hanno legittimamente consacrata, senza sclerotizzarla acriticamente. Oggi la scienza e la tecnologia ci consentono di fare meglio.

D: Oggi di cucina, ristoranti, chef stellati ne parlano tutti. Su cosa si basa la forte identità dell’Unione Ristoranti del Buon Ricordo?
La parola giusta è proprio nella domanda: va difesa l’identità, non sempre e necessariamente la consuetudine. Il fatto che di “cucina” parlino tutti e tanto è una reazione naturale (e entro certi limiti benvenuta) al “cibo della fretta”, ai pranzi destrutturati, agli snack in piedi, alle diete assurde e nocive della salute. Si sta consumando il divorzio tra la minima esigenza (spesso confusa e sbagliata) di nutrirsi e la civile, opportuna, realmente utile e salutare emozione conviviale davanti a un pranzo o una cena di qualità.

Si deve tuttavia stare attenti a non esagerare: la cultura enogastronomica non può finire per alimentare solo emozioni visive! Nel tanto parlare capita anche, inevitabilmente, di sentire o leggere un po’ di stupidaggini. Bisogna lavorare con competenza e rigore per affermare il patrimonio della cultura italiana del cibo.

Mission

IsiameD è la prima management company dedicata all'innovazione digitale del sistema produttivo e sociale italiano.
La nostra Mission

Contatti

IsiameD Digitale
Tel. +39063230235
Fax. +390669373109
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Via Cola di Rienzo 44 - 00192 Roma - Italia

Newsletter

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

© 2016 Isiamed. All Rights Reserved.