• Home
  • News
  • INNOVAZIONE DIGITALE: INTERVISTA A GILDO CAMPESATO

INNOVAZIONE DIGITALE: INTERVISTA A GILDO CAMPESATO

 

Gildo CampesatoIl Direttore del Corriere delle Comunicazioni: l'Italia è in fondo alle classifiche per l'utilizzo delle tecnologie digitali. 

 

Gildo Campesato – Direttore del Corriere delle Comunicazioni. Giornalista professionista con un’esperienza più che trentennale nel campo dell’informazione economica e finanziaria, dell’Ict e dell’economia digitale. Già inviato speciale del quotidiano l’Unità per il settore economica, capo ufficio stampa Cgil Veneto, libero professionista nel settore della comunicazione aziendale. 


Domanda: La sua testata è l’osservatorio avanzato in materia di comunicazione innovativa. Quanto conta l’investimento infrastrutturale della banda larga per la quale l’Italia spenderà oltre 7 miliardi di Euro?
Conta decisamente molto. Il Desi, il Digital Economy and Society Index che l’Unione Europea compila ogni anno, anche nel 2017 vede l’Italia in fondo alle classifiche fra i paesi dell’Unione: al 25° posto. Lo siamo per l’utilizzo delle tecnologie digitali da parte della pubblica amministrazione e delle imprese, così come siamo indietro quanto a competenze digitali. Abbiamo fatto dei miglioramenti significati nelle coperture a banda larga fissa, ma non sono ancora sufficienti. E siamo ancora agli ultimi posti nelle coperture a banda ultralarga, quelle che portano la fibra sino agli edifici se non addirittura dentro gli appartamenti. Per questo è importante lo sforzo annunciato dal governo per coprire le aree dove gli investitori latitano. Così come sono importanti anche i nuovi piani annunciati dagli operatori. Ora si tratta di trasformare gli annunci in realizzazioni effettive. Avere la disponibilità di una infrastruttura ultra-broad-band a prova di futuro è una necessità per il Paese, una precondizione come lo sono state a suo tempo le reti ferroviarie e quelle elettriche.

D: In che modo la tecnologia digitale sta cambiando l’economia?
In modo travolgente, devastante sotto certi aspetti. È un mondo e una società nuova che stanno nascendo. Non soltanto un modo di produrre. Vecchi mestieri e professionalità scompaiono, altre ne sono in arrivo. Purtroppo, i tempi fra il vecchio che si decompone e il nuovo che avanza sono sfasati. E questo sta creando non pochi problemi sociali, oltre che opportunità. Si pensi a come l’e-commerce sta trasformando il modo di comperare di milioni di consumatori mettendo fuori gioco il commercio tradizionale ma anche strutture a maggior dimensione. O le auto a guida autonoma del prossimo futuro. Oppure le stampanti 3D che disintermediano fasi della produzione e della distribuzione. Le opportunità aperte dalla sanità digitale. Le filiere industriali 4.0 che potranno costruirsi proprio grazie alle tecnologie digitali. Tutto sarà drasticamente trasformato. Anche la ristorazione dovrà adeguarsi ai diktat del digitale. Si pensi alle recensioni online degli utenti, a un marketing che dovrà basarsi sullo scambio digitale e non solo sul passaparola dei clienti, all'organizzazione aziendale, alla gestione degli acquisti e così via.

D: Quali i tempi necessari per non perdere il treno della innovazione economica in atto?
Non ci sono tempi necessari. Il tempo è oggi. Non c’è più tempo da aspettare. Rinviare equivale a restare inesorabilmente indietro.

 

 

Mission

IsiameD è la prima management company dedicata all'innovazione digitale del sistema produttivo e sociale italiano.
La nostra Mission

Contatti

IsiameD Digitale
Tel. +39063230235
Fax. +390669373109
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Via Cola di Rienzo 44 - 00192 Roma - Italia

Newsletter

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

© 2016 Isiamed. All Rights Reserved.